Guida alla configurazione centraline AirQ Networks

Introduzione

Questa guida mostra le procedure necessarie alla corretta configurazione di una centralina AirQ Networks. Verranno illustrati i passi principali alla prima configurazione, come l’abbinamento con i dispositivi e le configurazioni di rete. Sarà, inoltre, data una presentazione di insieme del prodotto in modo da consentire all’utente di ambientarsi nelle specificità dell’interfaccia utente. Per quanto riguarda, invece, gli scenari e le regole si rimanda alle specifiche sezioni del supporto tecnico. Questa guida è aggiornata alla versione 3.6 del software di bordo delle centraline. Per verificare la versione del software della propria centralina, dall’interfaccia grafica andare su Configurazione->Informazioni su.

Questa guida è adatta sia per le centraline domotiche HomeNET sia per le centraline ColdNET specifiche per il monitoraggio della catena del freddo. 

Installazione Hardware

Prima di poter configurare la centralina è necessario installarla correttamente. Tutte le centraline AirQ Networks sono distribuite con un manuale specifico del modello, che ne mostra l’installazione hardware. Le centraline HomeNET e ColdNET presentano la stessa struttura hardware (l’identificativo hardware del prodotto è AirQ 210), e nel seguito di questa guida sarà esclusivamente preso a riferimento questo modello.

1 Collegare cavo di rete LAN

Le centraline AirQ Networks sono dotate di un web server interno, che permette sia di operare sulle schede di controllo e i sensori, sia di configurare la stessa centralina. Per poter accedere al web server interno, è necessario che la centralina sia collegata ad un router. Inserire un’estremità del cavo LAN in dotazione con la centralina nella presa LAN della centralina, e inserire l’altra estremità del cavo in una presa libera del router.

Schermata 2013-07-11 a 14.10.18

Se si dispone di un router/modem wireless, è necessario che il router abbia almeno una presa LAN disponibile per collegare la centralina. Far riferimento al manuale del router per maggiori informazioni.

2 Collegare l’alimentatore

Una volta collegato il cavo di rete LAN, inserire l’alimentatore nell’apposita presa micro USB della centralina e collegare l’alimentatore alla prese di rete.

Schermata 2013-07-11 a 14.27.18

N.B. alla prima accensione possono essere richiesti fino a 3 minuti prima che la centralina risulti disponibile e accessibile dall’utente.  

Identificare la centralina sulla rete

Le centralina AirQ Networks sono configurate in fabbrica per accettare un indirizzo di rete dinamico dal router a cui sono collegate. Questa funzionalità, nota come DHCP, è supportata da tutti i router in commercio, a meno che tale opzione non sia stata esplicitamente disabilitata dall’utente. Questa scelta tecnica si deve al fatto che non esiste una convenzione che fissa la configurazione delle reti private gestite da un singolo router: ogni costruttore decide la classe di indirizzamento IP da associare al router, e non è possibile prevedere quale classe è stata scelta da un dato costruttore.

Una volta che la centralina riceve l’indirizzo IP dal router, è necessario adoperare il programma HomeNET Finder per identificare la centralina sulla rete locale. Scaricare il programma dall’apposita pagina e seguire le istruzioni per l’installazione. Una volta che il programma è stato lanciato, cliccare sul pulsante Find HomeNET per avviare la scansione.

 

Al termine della scansione, in caso di successo apparirà un link su cui cliccare per raggiungere la centralina.

Il programma HomeNET Finder va usato sia per le centraline HomeNET sia ColdNET.

Se ci sono problemi nell’identificare la centralina sulla rete, cliccare sulla voce sottostante e leggere le istruzioni. Altrimenti si può saltare alla sezione seguente.

Problemi nell'individuazione della centralina

Se il programma HomeNET Finder non riesce ad individuare la centralina sulla rete, potrebbero esserci diversi tipi di problemi. Alcuni dei quali concomitanti.

  1. Assicurarsi di aver inserito il cavo di rete in una presa LAN, e non in una presa simile ma con funzionalità diversa.
  2. Assicurarsi di disporre di un router e non di uno switch di rete.
  3. Assicurarsi che il router abbia abilitata la funzionalità di DHCP. Consultare il manuale del router su come abilitare questa funzionalità.
  4. Per poter operare correttamente, è necessario che il computer su cui è in esecuzione HomeNET Finder sia collegato fisicamente allo stesso router. A volte, può capitare che non è possibile effettuare la scansione della centralina se il computer è connesso in wireless al router (connessione internet Wi-Fi). In questo caso, collegare il computer direttamente al router con un cavo di rete LAN. Non è possibile effettuare la scansione della centralina se è il computer è collegato ad una ripetitore di segnale Wi-Fi.
  5. Se si sta collegando la centralina ad una rete aziendale, assicurarsi che tale rete non abbia protezioni specifiche sui Mac-Address dei dispositivi collegati (contattare l’amministratore di rete).

Se il programma HomeNET Finder non mostra nessuna informazione all’avvio, assicurarsi di disporre dell’ultima versione di Java 7.

Nel caso in cui si ritiene di avere problemi nella configurazione della centralina, AirQ Networks può fornire a richiesta una centralina pre-configurata in base ai parametri di rete forniti dall’utente.

Primo accesso

Cliccando sul link mostrato nel programma HomeNET Finder si accede alla schermata di accesso alla centralina, come mostrato nella schermata seguente.

Centralina domotica web

Per accedere è necessario inserire le credenziali di accesso di default riportate al disotto della centralina, nella targhetta di identificazione. Le credenziali di default impostante in fabbrica sono:

username: admin
password: console

Si consiglia di cambiare la password di default della centralina, come illustrato nei paragrafi successivi.

All’accesso della centralina, verrà mostrata una procedura di configurazione guidata che permette di cambiare le impostazioni più importante. La prima schermata che apparirà consente di cambiare la lingua di sistema. Per default, le centraline sono configurate in lingua inglese, ma è possibile cambiare la lingua in italiano cliccando sul menu a tendina e scegliendo la lingua desiderata. Cliccare sul pulsante “Salva” per cambiare lingua.

Schermata 2013-07-11 a 17.43.03

Cliccando sul pulsante “Successivo” si accede alla schermata di abbinamento dei dispositivi.

Abbinamento dispositivi

Prima di poter adoperare un qualunque dispositivo AirQ Networks, sia esso un sensore o una scheda di controllo, è necessario abbinarlo alla centralina. La procedura di abbinamento garantisce due cose:

  • che un dispositivo è associato ad una sola centralina;
  • che un dispositivo può essere controllato esclusivamente dalla centralina associata, evitando che qualcuno possa prenderne il controllo dall’esterno.

Ogni dispositivo AirQ Networks ha una sua procedura specifica per essere abbinato. Ad esempio, le schede di controllo AirQ 305 devono essere prima spente, va avviata la procedura di abbinamento sulla centralina e poi riacceso. Per sapere come abbinare un dato dispositivo far riferimento al suo manuale tecnico.

Per avviare la procedura di abbinamento, cliccare sul pulsante “Avvia procedura di abbinamento“. La procedura termina automaticamente dopo 30 secondi, e va ripetuta se ci sono ancora dispositivi da abbinare. Durante la procedura di abbinamento verranno mostrati i dispositivi man mano che questi sono abbinati.

Come abbinare i sensori ad una centrale domotica AirQ NetworksTerminata la fase di abbinamento, si può passare alla fase successiva.

Nel caso in cui si acquistano successivamente dei dispositivi nuovi, e questi vanno abbinati alla centralina, per ripetere la procedura andare su
Configurazione->Gestione dispositivi->Abbinamento dispositivi

Configurare la rete

Le centraline AirQ Networks sono configurate per ottenere automaticamente un indirizzo IP dal router. Questa funzionalità va sotto il nome di DHCP.

Che cos’è un indirizzo IP?
Ogni computer o dispositivo connesso ad una rete, necessita di un indirizzo che lo identifica univocamente nella stessa rete.  Questo indirizzo va sotto il nome di indirizzo IP (Internet Protocol). Un indirizzo IP è formato da una sequenza di 4 numeri, che vanno da 1 a 255. Ad esempio, un indirizzo IP tipico di una rete locale è 192.168.1.3. Per accedere alla rete, sono necessari i seguenti parametri di rete:
Indirizzo IP: è l’indirizzo assegnato alla centralina, e deve essere unico sulla rete, pena l’impossibilità di raggiungere il dispositivo;
Maschera di rete: è un parametro che indica alla centralina come la rete è a sua volta suddivisa in sottoreti. Per un router domestico, tipicamente questo valore è uguale a 255.255.255.0.
Indirizzo Gateway: è l’indirizzo del router, ossia del dispositivo che permette alla centralina di connettersi ad internet.
Indirizzo DNS: è l’indirizzo IP di un server che offre la conversioni di nomi a dominio. Ogni sito internet (ad esempio, www.google.it) è associato ad un indirizzo IP unico. Il DNS è un server che dato un nome a dominio restituisce l’indirizzo IP.

Le impostazioni di rete possono essere effettuate anche in un secondo momento, accedendo alla sezione Configurazione -> Rete.

Nella schermata delle impostazioni di rete sono riportate tutte le informazioni che la centralina ha ottenuto da router. Per evitare che l’indirizzo della centralina cambi ad ogni riavvio della stessa, e che quindi si deve usare ogni volta il tool HomeNET Finder, si consiglia di associare un indirizzo IP statico alla centralina. Se non si ha dimestichezza con le configurazioni di rete, consigliamo di eliminare la spunta alla voce “Ottieni automaticamente un indirizzo IP” e cliccare su salva. Saranno memorizzati ed usati i parametri associati dal router.

Cliccando su “Configurazione di base completata” si accede all’interfaccia completa della centralina.

Resettare la centralina alle impostazioni di fabbrica

Può succedere che durante la fase di configurazione qualcosa vada storto. Basta un errore di configurazione della parte di rete per rendere non più raggiungibile la centralina. Niente panico. Vediamo come resettare la centralina alle impostazioni di fabbrica.

  1. Spegnere la centralina scollegando l’alimentatore dalla presa elettrica.
  2. Inserire una matita nell’apposito foro di reset come mostrato dalla seguente figuraSchermata 2013-07-11 a 18.19.41
  3. Premere delicatamente la matita. Si avvertirà la pressione di un bottone. Lasciare premuto.
  4. Accendere la centralina tenendo premuto il tasto per 30 secondi.
  5. Lasciare il tasto rimuovendo la matita.

La procedura di reset richiede almeno due minuti per completarsi.

Configurazioni avanzate

Le configurazioni viste fino a questo punto sono quelle di base e necessarie al funzionamento corretto della centralina. Nel seguito saranno analizzate le configurazioni avanzate, che permettono di trarre il massimo vantaggio dalla vostra piattaforma di automazione e controllo AirQ Networks. Per accedere alle configurazioni avanzate, cliccare sulla voce “Configurazione” nel menu di navigazione generale in alto.

Schermata 2013-07-11 a 18.27.15

Impostazioni generali

Nella sezione “Impostazioni generali”  è possibile scegliere altri parametri generali di configurazione del sistema.

Credenziali di accesso al servizio on-line MyHOME/Igloo

I servizi on-line MyHOME ed Igloo sono i servizi a valore aggiunto che consentono di inviare messaggi SMS ed E-Mail tramite la piattaforma AirQ Networks, così come accedere ai dati acquisiti tramite una piattaforma di cloud.

Per poter inviare SMS ed E-Mail è necessario inserire le credenziali del servizio MyHOME/Igloo

Il servizio di cloud si chiama MyHOME nel caso delle centrali domotiche HomeNET, ed Igloo per le centrali ColdNET. Inserire negli appositi campi le credenziali ottenute in fase di acquisto della centralina.

Frequenza di invio messaggi

La frequenza di invio messaggi è un parametro che stabilisce ogni quanti secondi inviare lo stesso messaggio di SMS ed E-Mail. Per default questo valore è impostato a 3600 secondi (1 ora). Si può cambiare a piacimento, in base alle esigenze.

Lingua di sistema

Si può scegliere la lingua di sistema (al momento italiano ed inglese).

Tipo di Home

Con questa voce si può scegliere se mostrare come Home la schermata riassuntiva dello stato dispositivi oppure la dashboard.

Frequenza di invio aggiornamento sensori nella GUI

I sensori associati alla centralina inviano il dato rilevato ogni 240 secondi. Tuttavia la frequenza di invio di un sensore può essere accelerata. In tal caso potrebbe essere utile, grazie a questo parametro, aumentare la frequenza di aggiornamento delle celle dei sensori all’interno della bashboard. Il valore è espresso in secondi con un default di 240.

Ora e data di sistema

Funzione per impostare l’ora, la data e il fuso orario.

Impostazioni gestione consumi di energia

Le schede di controllo con la capacità di rilevamento dei consumi, come la AirQ 325, usano queste impostazioni per mostrare i consumi in watt e i costi stimati:

  • Voltaggio. Una scheda di controllo rileva i consumi in ampere. Per calcolare i consumi in watts devi specificare il voltaggio della tua rete elettrica.
  • Costo dell’energia. Questo valore è il costo stimato di 1 kWh di elettricità.
  • Valuta. Il simbolo della valuta che si sta adoperando.

Link

Abilitando questa opzione si attiva la sezione “Link“, utile per il collegamento a risorse esterne.  Con questa funzionalità è possibile adoperare la centralina per accedere a risorse web esterne come telecamere IP, DVR o a normali siti web come il proprio quotidiano preferito. L’opzione è disabilitata per default. La sezione Link esterni è composta da tab, tramite i quali è possibile accedere a risorse esterne. Questa funzionalità è molto utile se si vuole adoperare centralina per tenere sotto controllo da un unico punto anche sistemi esterni ad HomeNET/ColdNET che abbiano un’interfaccia web.

Impostazioni widget meteo

Con questi parametri è possibile personalizzare il widget del meteo. Le impostazioni di questa sezione (come la località), sono sfruttate anche dalle regole sul meteo. Per maggiori informazioni far riferimento alla guida sulle regole.

Opzioni manutenzione

Nella sezione “Opzioni manutenzione”  è possibile eseguire operazioni di manutenzione sulla centralina. Vediamo nel dettaglio le varie funzionalità.

Download database

Cliccando sul pulsante “Download database” è possibile archiviare sul proprio PC una copia del database della centralina. Questo è molto utile per tenere un backup dei dati, delle regole, scenari e configurazioni.

Si consiglia di fare un download del database prima di effettuare un aggiornamento software.

Carica database

Permette di caricare sulla centralina una database salvato in precedenza.

Cancella regole e scenari

Usare questa funzione se si vuole cancellare rapidamente la parte di automazione correntemente definita. Si consiglia sempre di effettuare prima un download del database in modo da poter ripristinare le regole e gli scenari cancellati.

Verifica aggiornamenti

Tramite questa funzione è possibile verificare la presenza di aggiornamenti del software di bordo della centralina. Se non si riescono ad effettuare gli aggiornamenti, è possibile consultare i consigli come di seguito.

Impossibile aggiornare la centralina

Se ci sono problemi nell’aggiornare la centralina, è importante sapere che per aggiornare la centralina è necessario aver inserito correttamente le credenziali del servizio MyHOME/Igloo (far riferimento alla sezione dedicata di questo documento). Per verificare che le credenziali sono state correttamente inserite, cliccare sul pulsante “Testa la connessione al server MyHOME/Igloo” nella sezione “Credenziali di accesso“. Se questo test fallisce, aggiornare le credenziali e riprovare il test. Se il test ha successo, allora è obbligatorio riavviare la centralina prima di poter verificare la presenza di aggiornamenti. Nel caso in cui il problema persiste, verificare la raggiungibilità dei server AirQ Networks nella sezione “Rete” cliccando sul pulsante “Verifica configurazione di rete“.

Ripristina alle impostazioni di fabbrica

Tramite questa funziome è possibile resettare la centralina alle impostazioni di fabbrica.

Attenzione: resettando la centralina alle impostazioni di fabbrica saranno persi tutti i dati acquisiti, le regole, scenari e configurazioni. Si consiglia di salvare il database. Dopo il reset non è necessario ripetere l’abbinamento dei dispositivi alla centralina. 

Gestione dispositivi

Da questa sezione è possibile effettuare operazioni di configurazione sui dispositivi collegati alla centralina.

Abbinamento dispositivi

Ogni volta che si vogliono aggiungere dispositivi al sistema, da questo box è possibile eseguire l’abbinamento di un dispositivo, come descritto prima.

Dispositivi virtuali

In HomeNET/ColdNET è possibile aggiungere dispositivi virtuali, ossia elementi software che utilizzano i dispositivi abbinati alla centralina per eseguire operazioni complesse.

Configurazione dispositivi

Da questo box è possibile effettuare operazioni di configurazione e manutenzione sui singoli dipositivi. Per ogni dispositivo è possibile:

  • Eliminarlo. Se un dispositivo non è usato più del sistema, è possibile eliminarlo, cancellando regole, scenari, dati storici e dispositivi virtuali associati ad esso;
  • Eliminare solo i dati storici.

Alcuni dispositivi possono fornire funzioni speciali di configurazione. Per esempio, i dispositivi di controllo oscuranti devono essere calibrati da questo box.