Guida alla creazione di scenari

Introduzione

Spesso nella realizzazione di sistemi di automazione o di domotica è necessario comandare più dispositivi o sottosistemi mediante un solo interruttore. Banalmente si potrebbe intervenire sull’impianto elettrico montando un’interruttore o un relè che comanda più dispositivi collegati con i cavi. Un’operazione del genere potrebbe richiedere tempo ed essere costosa, ancora di più se i dispositivi sono sparsi su di un’area ampia e/o se i dispositivi sono tanti. Non sarebbe meglio avere un dispositivo virtuale che permetta di fare tutto questo?

Le centraline AirQ Networks forniscono questi dispositivi virtuali: gli scenari.

Uno scenario è un interruttore virtuale

Uno scenario consente di effettuare una serie di azioni semplicemente cliccando un pulsante dal software della centralina. Lo schema di uno scenario è:

Se scenario A è attivato esegui a1, a2, ..., an 
Se scenario A è disattivato esegui b1, b2, ..., bn

dove ai e bi sono azioni. Un’azione è un’entità che permette di fare qualcosa, come ad esempio l’accensione/spegnimento di un relè di una scheda, l’invio di un SMS di allarme ecc.

Le azioni che si possono utilizzare sono le stesse fornite per le regole. Si consiglia di dare uno sguardo alla guida per le regole per sapere tutte le azioni che si possono utilizzare. 

Gestire uno scenario

Per aggiungere uno scenario, bisogna accedere alla sezione Scenari dal menu principale del software della centralina. L’interfacca di gestione degli scenari è divisa in tab. Il tab col simbolo “+” contiene il form di aggiunta di una nuova scena.

scenes interface

Uno screenshot dell’interfaccia di gestione degli scenari

Come descritto prima, uno scenario ha due stati: attivatodisattivato. Lo stato disattivato è facoltativo.

Per aggiungere uno scenario è necessario specificare:

  • Un nome;
  • Almento un’azione per lo stato attivato (quando si accende uno scenario, tutte le azioni specificate sono eseguite)

Dopo aver aggiunto uno scenario, è possibile aggiungere azioni per lo stato disattivato.

OFF status actions

Facoltativamente si possono aggiungere azioni per lo stato disattivato di uno scenario

action selection for OFF status

Scelta delle azioni per lo stato disattivato

C’è un’importante differenza tra le azioni degli scenari e quelle delle regole: negli scenari, le azioni di uno stato sono eseguite solo una volta senza alcun ritardo (nelle regole invece si possono specificare manualmente il ritardo e la durata di un’azione). Le azioni possono essere ri-eseguite solo dopo che lo scenario cambia stato.

Per esempio, si supponga di avere uno scenario che accende il relè 1 e il relè 2 di una scheda di controllo se lo scenario è attivato, altrimenti spegne i relè. Se lo scenario si trova nello stato attivato (e quindi i relè sono accesi), se si spegne il relè 1 dalla dashboard (o dalla vista di stato dei dispositivi o mediante una regola), lo stato dello scenario non cambia e quindi il relè non viene riacceso. Ma se si spegne e poi si riaccende lo scenario, il relè 1 si riaccende.

Naturalmente è possibile cancellare o modificare uno scenario (quindi cambiare il nome o le azioni per entrambi gli stati).

Attiva/Disattiva vs Abilita/Disabilita

Per comandare uno scenario, sono disponibili due pulsanti:

  • pulsante attiva/disattiva ON_OFF scene button. Con questo pulsante è possibile attivare/disattivare uno scenario, e quindi eseguire le azioni specificate. Se attivo, il pulsante è blu;
  • pulsante abilita/disabilita enable_disable scene button. Se si disabilita uno scenario, viene “congelato”, e la centralina non lo valuta durante la computazione della logica di sistema. Se abilitato, il pulsante è blu.

Se si clicca sull’attivazione di scenario disabilitato, la centralina lo abilita prima e poi lo accende

 

Definire comportamenti al riavvio della centralina

Dalla versione 3.6.5 è stata introdotta la possibilità di definire il comportamento di uno scenario al riavvio della centralina. Precedentemente, le azioni definite per lo stato corrente di un dato scenario, venivano eseguite ogni volta che si riavviava la centralina. Ora invece è possibile specificare questo comportamento manualmente, selezionando/deselezionando l’opzione Esegui azioni al riavvio. Quest’opzione:

  • se selezionata, ad ogni riavvio verranno eseguite le azioni per lo stato corrente dello scenario. Se per esempio si vuole notificare via email ogni volta che la centralina si riavvia, si può aggiungere uno scenario cui nello stato di ON è definita l’azione di invio dell’email, quindi selezionare l’opzione in questione ed attivare lo scenario. In questo modo, ad ogni riavvio, sarà inviata una email di notifica;
  • se non selezionata, al riavvio non verrà eseguita alcuna azione dello scenario. Se per esempio uno scenario ha per azione nello stato di ON l’apertura di una tapparella comandata con una AirQ 306, quest’azione non deve assolutamente essere eseguita ad ogni riavvio, pertanto l’opzione in questione non va selezionata.

 Esempi?

Nella sezione Applicazioni sono mostrati una serie di tutorial che mostrano casi d’uso dei prodotti AirQ Networks. Questa sezione è in costante evoluzione, quindi potrebbero esserci tutorial che fanno uso degli scenari.